Logo Livesignage bianco
Arte e tecnologia

San Galgano e Chiusdino: un'esperienza di turismo interattivo e immersivo

10/12/2022

Un suggestivo edificio a cielo aperto, che mescola storia illustre e leggende: questa è l’Abbazia di San Galgano. Le sue mura diroccate stanno lì, imperterrite al passare delle stagioni, immerse nella campagna toscana più caratteristica ad attirare l’attenzione dei turisti di tutto il mondo. Tutto il territorio circostante, quello del comune di Chiusdino e della Val di Merse, racchiude in realtà tesori artistici e paesaggistici di grande fascino. Un patrimonio, questo, valorizzato da un progetto per guidare e approfondire l’esperienza turistica in modo fortemente innovativo.

Livesignage ha realizzato un sistema di totem,  app e comunicazione territoriale per rendere l’esperienza del patrimonio storico-artistico di Chiusdino coinvolgente e immersiva

Un patrimonio da esaltare

La Val di Merse è in effetti un territorio unico nel cuore della Toscana, dove alle dolci colline si alternano valli boscose e borghi dal marcato carattere storico. Fu proprio in epoca medievale che questi luoghi raggiunsero il loro massimo splendore, soprattutto grazie alla costruzione di numerosi pievi e luoghi sacri. Col tempo la più celebre divenne appunto l’abbazia di San Galgano, situata a pochi chilometri dal centro principale di Chiusdino. Non si può che rimanere colpiti dalla magnificenza dalla sua architettura. Non solo per l’assenza completa di tetto e altri paramenti, andati perduti nel tempo, ma per la storia che sprigiona. Una volta al suo interno, infatti, ci si sente immediatamente catapultati in un tempo passato, e per un attimo ci sembra come di sognare.

Chiusdino e la Val di Merse, foto panoramica da drone

Chiusdino e il suo territorio richiamano ogni anno viaggiatori, fedeli e semplici curiosi che arrivano da tutta Italia e anche dall’estero. Dai castelli medievali ai borghi caratteristici, tutto il territorio è una continua fonte di scoperta e meraviglia. Il panorama  offre un così ampio  ventaglio di bellezze, che c’è il rischio di non riuscire a coglierne a pieno ogni dettaglio.

Il progetto è frutto della volontà dell’amministrazione comunale di Chiusdino e in particolare del Sindaco Luciana Bartaletti. Un caloroso ringraziamento va al sindaco, al direttore dei musei di Chiusdino, Antonello Mennucci, e al Prof. Andrea Conti

Vai al Comune di Chiusdino

Ecco, quindi, come in un simile contesto sia necessario affidarsi ad un progetto di comunicazione integrata capace di coniugare mobile, cartellnistica e digital signage. Un digital signage che informi, una app che permetta di essere guidati nel territorio per poterne cogliere ogni dettaglio ed una cartellonistica attraente in grado di catturare l’attenzione di ogni turista.

La Casa di San Galgano: dove il passato diventa interattivo

Tra i vicoli del borgo di Chiusdino si trova la Casa Natale di San Galgano: il luogo dove tutta la storia, tutta la magia intorno al Santo, è iniziata. Questa magia viene sprigionata da ogni piccolo dettaglio posto al suo interno: dal più piccolo particolare dipinto sulle sue pareti, al meraviglioso cielo stellato sul soffitto, ogni dettaglio necessita una particolare attenzione.  Proprio per questo il progetto ha inizio con l’installazione al suo interno di un totem touch che mostra ciò che davvero è: uno scrigno di storia e tesori artistici. 

All’interno di una teca dal design elegante, un totem touch mette in luce le meraviglie – passate e presenti – della Casa natale di San Galgano
La casa natale di San Galgano: la cappella con l'altare e la nicchia dove è posizionato il totem

È proprio qui che Galgano Guidotti nacque tra il 1140 e il 1150 e sempre qui, dopo la morte del padre, ricevette secondo la tradizione la visita dell’arcangelo Michele che ne segnò la conversione. Col passare dei secoli la casa ha subito molteplici modifiche strutturali ed architettoniche, diventando persino caserma e carcere. Oggi, dopo un profondo restauro, è tornata a essere un luogo di culto e meta turistica.

La casa di San Galgano prima e dopo il restauro

I più recenti restauri hanno portato alla riscoperta capolavori inediti, come ad esempio alcuni affreschi trecenteschi mai visti prima in cui compaiono ritratti che forse raffigurano il santo stesso. Grazie al totem, realizzato in una teca in vetro proprio sotto agli affreschi, l’utente riesce ad ammirare più da vicino la meraviglia delle scoperte, osservandone i dettagli e leggendo le opinioni degli esperti. Ma non solo: attraverso le diverse sezioni l’utente può approfondire le informazioni storiche legate all’edificio stesso, alla sua evoluzione nel tempo e alle attività di restauro, ed osservare le minuzie delle opere d’arte in esso contenute. Da ultimo, ma non per importanza, è possibile esplorare il borgo con tutte le sue attrazioni principali interagendo col display.

Sreenshot del Totem multimediale interattivo nella casa natale di San Galgano

Chiusdino a portata di app

L’esplorazione della città di Chiusdino fa da ponte con la seconda parte del progetto. All’interno della sezione “Esplora Chiusdino” si trovano appositi QR Code che, se scansionati, portano ad un approfondimento del luogo all’interno della progressive web app realizzata dall’add-on “Live Tourist”.

Live Tourist permette di creare app per esplorare il territorio, scoprirne le bellezze e acquistare servizi

Live Chiusdino – questo il nome dell’app – è uno strumento, infatti, che permette di “navigare” la città, il suo territorio e le sue attrazioni a 360 gradi. Attraverso foto, video, link e approfondimenti è possibile scoprire tutto ciò che il paese offre, con suggerimenti riguardo ai borghi circostanti e le attrazioni da scovare nelle vicinanze.

Live Chiusdino, l'App del progetto Live Tourist

Quello che è stato creato su Chiusdino è un’esperienza completa e si radica perciò in modo concreto su tutto il territorio cittadino. Sparsi per le vie del borgo, infatti, il turista troverà di fronte a sé degli appositi cartelli posizionati in punti strategici: anche qui un semplice QR code rimanda ai relativi approfondimenti su Live Chiusdino. L’esplorazione turistica diventa così un’esperienza vivace e interattiva e ricca di informazioni e curiosità che andrebbero altrimenti perse.

App Live Chiusdino: schermate di esempio

Un’esperienza turistica a 360 gradi

Gli interventi realizzati in collaborazione con il Comune di Chiusdino rispondono a un’esigenza concreta: quella di valorizzare il patrimonio di un territorio ricco di storia e arte, integrandolo in maniera spontanea e coerente all’esperienza del turista stesso. Tramite il display e la app, in altre parole, lo si accompagna alla scoperta in modo omogeneo e seguendo gesti naturali e immediati. Un’immersione senza soluzione di continuità che fonde reale e virtuale e crea così un’esperienza unica.

Il sistema immersivo fonde reale e virtuale, con l’app che diventa accompagnamento all’esplorazione diretta e concreta dei luoghi circostanti

Il modello di turismo interattivo e immersivo sperimentato a Chiusdino è replicabile in tutti quei contesti in cui l’integrazione tra ambientazione fisica e approfondimento digitale può creare connessioni sempre più approfondite e interessanti. Sperimentazioni come queste dimostrano che non si finisce mai di esaurire le potenzialità inespresse e infinite del nostro patrimonio storico-artistico.

Il progetto realizzato con Livesignage è un processo di comunicazione puntuale che non riguarda solo il progetto di restauro della Casa natale di San Galgano ma tutto il territorio di Chiusdino: dal suo patrimonio culturale, passando per le strutture ricettive, per arrivare a scoprire anche i luoghi più sconosciuti.

Prova livesignage

Livesignage ti guida nel tuo progetto

Richiedi subito un appuntamento per una demo gratuita o vieni a trovarci presso il nostro showroom per una dimostrazione live di cosa possiamo fare per la tua attività